BLUE CHEER – Vincebus Eruptum (Philips)

Sul finire del 1967, mentre in Inghilterra i Led Zeppelin giocano ancora con le macchinine psichedeliche, tre capelloni di stanza a San Francisco prendono il blues di B.B. King e lo stuprano dietro una colonna di casse Marshall.

Abe Kesh registra la violenza col suo registratore analogico.

È l’atto di nascita di quello che diventerà l’heavy metal.

Un documento registrato agli atti come Vincebus Eruptum chiuso in un fascicolo che è esso stesso la rappresentazione iconografica di quella che diventerà la prima divisa del genere.

Attraverso l’umiliazione a cui sono costretti, oltre che B.B. King, pure Eddie Cochran e Mose Allison, si consuma la deflorazione musicale del blues, del rock ‘n roll e del jazz. Brutalizzati attraverso la distorsione elettrica più aberrante dell’ epoca. Costretti a rosolare sui carboni ardenti della saturazione piena e metallica delle valvole. Intrappolati dentro un woofer che palpita e vibra come le pareti di un’ enorme vagina.

Resi immor(t)ali.

Le tre lunghe composizioni di Dickie Peterson, bassista e vocalista del più turpe terzetto che ha fino a quel momento attraversato le autostrade californiane, rincarano la dose con accordi pesanti come monoliti, piccole divagazioni sulla batteria, linee di basso incalzanti come uno stalker e feroci scale blues scolpite nella lava, fino all’ “eruzione” conclusiva di Out of Focus.

Imprescindibile, anche per chi l’heavy metal l’ha sempre usato come alternativa alle prugne, come me.

 

                                                                                          Franco “Lys” Dimauro

 

Annunci

One thought on “BLUE CHEER – Vincebus Eruptum (Philips)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...