TRAMP – Indigo (Killer Cobra)

0

La confezione della Bootleg Booze, in quattro singoli da sette pollici è più carina, quella digitale della Killer Cobra molto meno. Le veline promozionali, nell’uno e nell’altro caso, sputano nomi da capogiro: Beach Boys, Damned, Who, Beatles.

Insomma, un fenomeno questi Tramp messi su da ex militanti di Hellacopters, Captain Murphy, Republikans, Turpentines.

Poi getti via la carta e metti su il disco.

E cominciano i guai.

Perché ragazzi…a chi, a cosa serve un disco come questo?

Che c’ha pure tutte le cose al posto giusto, coretti ooh-la-la-la, chitarroni, addirittura violini e fiati ma non ha un briciolo di sana collera giovanile.

Rock sfiatato.

Altro che il punk rock che incontra i Beatles.

Altro che fenomeno.

Voglio dischi che mi travolgano, non dischi fatti bene.

Non voglio il Tintoretto, voglio un disco di rock ‘n roll.

Non voglio dare i voti. Voglio mettere le note sul registro, ditelo ai Tramp.

 

 

                                                                                      Franco “Lys” Dimauro

Tramp-Indigo-