JERRY LEE LEWIS – The Killer Tracks (Rattle & Roll/Disconforme)

Nel ‘57 Presley dichiarò: “se sapessi suonare il piano come lui, smetterei di cantare”.

Fortuna volle che le sue lezioni di piano non fossero granchè, perchè avremmo di sicuro avuto un Elvis in meno ma difficilmente un Jerry Lee in più.

Jerry è l’artista rock ‘n’ roll per antonomasia, esempio vivente di una vita dissoluta spesa tra scandali e tenacia, sfrontatezza e ambiguità.

Tutto quello per cui consigliereste a vostro figlio di tenersi alla larga dalle faccende del rock ‘n’ roll, lui l’ha fatto, producendo nel frattempo questa serie di pezzi per la Sun tra il 1956 e il 1959.

Uno che non ha mai saputo scrivere una sola canzone ma con il ritmo giusto sotto le dita, e non solo quelle delle mani. Cacciato dalla Chiesa perché accusato di suonare come un posseduto dal demonio, ringraziò l’11 Novembre del 1957 con una Great Balls of Fire che dissacrava e vestiva di impulso sessuale il mistero della Pentecoste e delle sue lingue di fuoco. Qualcuno anni dopo gli avrebbe baciato i piedi, gli stessi con cui amava percuotere i tasti del suo pianoforte inventando il boogie che ancora oggi tutti provano a simulare quando parte un pezzo rock ‘n’ roll: pare si trattasse di John Lennon.

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

61+Vp1ax4UL__SY300_

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...