THE NORVINS – Time Machine (Soundflat)

Totalmente presi dalla nuova febbre garage europea dopo i recenti assalti di Staggers, Revellions, Rippers e chi più ne ha più ne metta? Bene, il nome nuovo da appuntarvi è ora questo: The Norvins. Vengono dalla Francia e sono al disco di esordio: 14 tracce costruite sulle macerie del garage punk ortodosso degli anni Ottanta. Grigliate fuzz, organo demente, armonica blues e un repertorio che lambisce le gabbie dorate di Zakary Thaks, Elevators, Sonics, Moving Sidewalks, Syndicate of Sound e altre pepite come le Nothin’ e Abba che hanno messo dentro al disco. Pezzi velocissimi che spesso non arrivano manco ai due minuti. Autentiche sberle garage che ti spaccano le mascelle e che risuonano come i ceffoni di Fleshtones, Cynics o Staggers. Vi basti il trittico iniziale Theme, Mean Judith e quella Invisibile Woman già sentita sul 4 volume di Lost In Tyme per sapere da che parte stare. Ed è inutile aspettiate di leggere cosa ne pensa Pitchfork.

L’unica cosa a gracchiare lì sono i corvi che gufano sulla sorte del rock ‘n roll. 

                                                                 Franco “Lys” Dimauro

the_0020_norvins_0020_time_0020_machine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...