BAUHAUS – Gotham (Metropolis)

Quando Batman torna a battere le ali, nel 1998, sotto di lui non ha più lo stormo di pipistrelli della Batcave ma l’intera Gotham City. Come è giusto che sia.

Esattamente 15 anni e 4 giorni dopo l’ultimo concerto, i Bauhaus tornano ad esibirsi dal vivo con la stessa identica formazione di sempre.

Quando le luci si accendono sul palco dell’Hollywood Athletic Club di Los Angeles che accoglie la prima data della reunion, quella che si materializza sul palco è una capsula del tempo. Peter Murphy, David J, Kevin Haskins e Daniel Ash quattro argonauti finiti sulla terra.

Non è ancora il 2019 ma Los Angeles, quella sera, sembra sommersa dalla stessa pioggia impenetrabile di Blade Runner.

Sarà così per tutte le date del tour: 56 in tutto tra America, Europa e Giappone, tutte sold out. Diciotto tracce tratte da quattro di quei concerti finiscono dentro questo doppio, fotografando tutta la carriera del gruppo inglese: dal singolo di esordio Bela Lugosi‘s Dead/Boys fino alla supernova dark di She‘s In Parties e regalando la cover statuaria, immobile di Severance dei Dead Can Dance per la quale i Bauhaus si concedono pure il lusso di riaccendere i faretti allo iodio dello studio di registrazione. Gotham schiude il sepolcro dei Bauhaus per mostrarci che tutto è rimasto come prima. Nessuna suppellettile è stata sottratta. Le ceneri mortuarie sigillate, granello per granello, dentro i loro vasi di porcellana.

Bauhaus are dead. Undead undead undead.

 

 

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro


bauhaus_gotham

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...