DOORS – L.A. Woman (Elektra)

L.A. Woman prosegue, accelerando, il processo di normalizzazione della musica dei Doors, nella ricongiunzione ultima e carnale col blues.

L’atto finale del passaggio Morrisoniano tra le fila della band di Los Angeles è un omaggio alla musica nera: dai classici giri blues di Been Down So Long, Cars Hiss By My Window e della cover di Crawling Kingsnake al suono di New Orleans evocato da Love Her Madly, The Changeling e in misura minore dalla spoken-song The WASP, si respira aria di restaurazione e anche di sconfitta. Anche senza l’epilogo tragico che si consumerà di lì a breve con la morte di Morrison, è evidente che i Doors sono alla fine del viaggio e che questo disco rappresenta l’Apocalisse del vangelo doorsiano.

Le visioni che si susseguono nelle tracce “chiave” dell’album (L.A. Woman, L’America, Hyacinth House, Riders on the Storm) sono paradigmi di presagi funesti di donne in fiamme (l’inquietante “donna elettrica” rappresentata da Carl Cossick sulla copertina interna del disco) e cavalieri tormentati dai temporali così come emerge prepotente il bisogno del viaggio, del rifugio affettivo, del sacrificio ultimo della propria identità, del proprio tratto distintivo ed esclusivo, del proprio vigore fallico spento, umiliato, sconfitto dall’accidia (il Morrison barbuto che fa capolino in copertina, più basso rispetto agli altri, in completa antitesi col prorompente egocentrismo della copertina dell’album di debutto, la rinuncia all’articolo determinativo: non più Le Porte ma, semplicemente, Porte. Come una falegnameria qualsiasi, l’amante spenta di Cars Hiss by My Window o quella in fuga di Love Her Madly, NdLYS). 

L.A. Woman è la lampada votiva accesa davanti al sepolcro del sogno californiano.

Perché alla fine, quando le porte furono finalmente aperte, quello che restava era un corpo abbattuto dall’impossibilità di riuscire ad amare altri se non se stesso.

 

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro


doors-la-woman-cover

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...