YOU AM I – Convicts (EMI)

In Australia gli You Am I sono band da stadio e da major mentre qui escono per una minuta label spagnola e faticano a trovare un pubblico, se non di nicchia. Credo sia più che altro una questione di scarso investimento. O magari solo di tempo, soprattutto ora che il suono degli You Am I si è leggermente ossidato pur senza perdere del tutto la propria dignità power-pop.

Thank God I’ve Hit the Bottom  apre Convicts come Crystal apriva Candy Apple Grey: furiosa e veloce. Come se si stesse piombando dal cornicione di un grattacielo con in mano Powerage degli ACϟDC. We Don‘t Talk Anymore è invece costruita per scalare le rock charts: riff serrato, batteria secca, voce decisa e controcori. Molto bello il riff acustico che avvolge la larva di Thuggery prima che si trasformi in un poderoso boogie ma permane la sensazione che gli You Am I abbiano lavorato di getto, senza poter lavorare a dovere su pezzi come Gunslingers o il delizioso quadretto kinksiano di Explaining Cricket.

 

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

Convicts_youami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...