DEATH IN JUNE – Kapo! (Nerus) / All Pigs Must Die (Leper)

Personaggio paradossale e controverso, Douglas Pearce ha marcato col sangue l’estetica violenta e nichilista del folk gotico cucendosi addosso un’immagine volutamente ambigua e scomoda. Un’inquietudine che Douglas ha ben trasmesso nella musica dei sui Death in June, sia nelle fasi neofolk che in quelle del periodo industrial. Claustrofobica e apocalittica, la musica della Morte in Giugno è un raggelante dipinto di Gustave Dorè in cui ad essere rappresentato è il Medioevo del dopoguerra. Vinti e vincitori che si sbranano la schiena sopra un tappeto di ratti e scheletri di lupi. Bestie che dilaniano altre bestie. Kapo! è un rosario di voci supplicanti (quella di Douglas e quella di Richard Leviathan) su un velo angosciante, monocromatico di chitarre buie e di archi lamentosi e tormentati.

Un asfissiante alito di decadenza che non ha nulla di poetico, di bohemienne ma che è invece preludio al disfacimento, alla putrefazione dei simboli e della carne.

All Pigs Must Die è musicalmente diviso in due anime, entrambe perverse e annichilenti: una acustica, elaborata assieme ad un ancora lucido Andreas Ritter dei Forseti, una violentemente e confusamente noise dove Douglas e Boyd Rice macellano le canzoni sotto un delirante assalto di rumore e macerie industriali. 

 

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

R-191057-1311758689

R-589597-1181632163

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...