MADRUGADA – Madrugada (Malabor)

Chissà perché, in un paese che ha sempre incensato gente come Jeffrey Lee Pierce o Nick Cave, i Madrugada non hanno mai ricevuto che timidi, banali consensi.
Schiva e tenebrosa, turbata dal solito spleen gotico e disperato, la musica di Madrugada è ancora una volta carica di una drammaticità tesa e asfissiante, di un lirismo nero e romantico che ti mette freddo alle ossa, che siano i grumi di piano che tratteggiano New Woman/New Man, le chitarre che gemono su What’s On Your Mind?, l’incedere da ballata degli impiccati di Look Away Lucifer o di Whatever Happened to You? dove pare rimaterializzarsi lo spettro di Troubled Joe.

Il senso di sciagura imminente che da sempre impregna la musica dei Madrugada ha stavolta avuto un risvolto realmente tragico, con la perdita di Robert Burås accorsa proprio durante l’incisione di questo nuovo disco. Circostanza che allaccia la loro vicenda umana a quella di un’altra band pervasa da un analogo senso di angoscia e di catastrofe incombente come quella dei God Machine. Grandissimo disco.


                                                                                       Franco “Lys” Dimauro

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...