THE ATTACK – About Time! (RPM/Bam Caruso)  

Immaginate di viaggiare nel tempo fino a fiondarvi nella Londra del ‘67: le forme regolari della Union Jack che si deformano lentamente sciogliendosi in sagome cangianti, il blu e il rosso che sfumano in corolle e rivoli di colori. Ovunque dalle terre dell’UK-beat germogliano fioriture freak. È un’epoca di autocombustione creativa che si esaurirà rapidamente donandoci gemme come i 45 degli Attack, qui raccolti assieme a tutto il materiale altrimenti reperibile della formazione prodotta da Vic Smith, non a caso chiamato da Paul Weller per il debutto dei suoi Jam, esattamente 10 anni dopo. Il suono rantolante e flashiato come quello dei Creation migliori o dei primi Who a volte si arricchisce di piccoli “accorgimenti” psichedelici come il tappeto di sitar che apre Color of My Mind, il clarino che fischia sornione su Hi Ho Silver Lining o l’hi-hat “truccato” usato per la pioggia di piatti di Strange House. Autentica, splendida esplosione freakbeat.                                                                                                                                  

          

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

front-cover

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...