THE FLESH EATERS – A Hard Road to Follow (Atavistic)

Atto risolutivo della tetralogia “classica” della band di L.A., A Hard Road to Follow è un disco stranamente mediocre. “Stranamente” non tanto perché veniva fuori dopo un altro mezzo cesso come Forever Come Today ma in quanto era il preludio al capolavoro di Chris D. siglato come Divine Horsemen e uscito solo pochi mesi dopo: Time Stands Still. Se gli Eaters dei primi due LP sono dei punk lerci e dissacranti che si divertono a metterla in culo alla tradizione, quelli di Hard Road to Follow tradiscono l’originale idea di cow-punk per un insipido FM rock (sentite il terribile assolone sul finale di The Hammer per sincerarvene…NdLYS) abbrutito dalla voce di Chris D. Meglio quanto accade nelle bonus tracks, non fosse però che, a parte la resa live del sabba tribale Divine Horsemen, le conoscevamo già dai tempi di Destroyed By Fire, A.D. 1987.

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...