EDDIE AND THE HOT RODS – Teenage Depression (Captain Oi!)  

Il pub-rock fu il primo movimento di “reazione” alle atrocità del suono progressive dei primi anni Settanta. Ancor prima che la scena fosse sovvertita dall’imminente esplosione punk, le chitarre spigolose di Hot Rods, Count Bishops, Dr. Feelgood, Graham Parker, Brinsley Schwarz o 101‘ers restituirono il rock ‘n roll all’ essenzialità degli anni sessanta, riannodandosi alle radici della musica beat e a matrici soul/RnB scheletriche. Un’opera di “snellimento” assolutamente propedeutica e oltremodo necessaria. Questo primo album degli Hot Rods vive di queste pulsioni anche se il meglio lo trovate nelle abbondanti bonus tracks che comprendono i due EP live dello stesso anno e soprattutto le primissime tracce con l’armonica blues di Lew Lewis che rimangono tra le cose più pregevoli dell’intera loro carriera.

 

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...