NAZ NOMAD AND THE NIGHTMARES – Give Daddy the Knife, Cindy (Dionysus)

Nel cuore degli anni Ottanta, non furono poche le bands di estrazione punk/wave ad essere contagiate dal fenomeno neo-60’s tanto da inserire in scaletta la propria “refurtiva” beat o addirittura creare degli alter-ego con cui sfogare il diletto del recupero di pepite. I casi più clamorosi furono i Purple Helmets (ovvero gli Stranglers) e Naz Nomad (cioè Dave Vanian e i Damned). Rispetto a bands che erano totalmente “dentro” l’estetica e il suono di quegli anni, il disco dei Nightmares suona come una pallida (be’, visti i soggetti….ahahah) ripresa di minor-hits che non regge il confronto con gli originali dei vari Seeds, Litter, Them, Electric Prunes, Kim Fowley e compagnia. Il timbro monocorde di Dave Vanian del resto pare del tutto inappropriato a rendere l’urgenza e il vigore di quelle tracce.
Prendetelo per quello che era: puro divertissement.

Franco “Lys” Dimauro

MI0001801935

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...