THE EXPLODERS – The Exploders (Rubber)  

È già accaduto e potrebbe succedere di nuovo. Il cupo presagio di memorie shoah è riferito agli avamposti rock australiani di bands come Jet e Wolfmother, negli scorsi anni capaci di conquistare platee planetarie coi rudimenti del r ‘n r più elementare.

La “sensazione” arriva ora da Lake Bolac, a uno sputo da Melbourne. Classico assetto chitarra-basso-batteria e chiare ascendenze nel beat cattivo di Kinks e Who e nel grassroots-sound dei Kings of Leon (i folk cafoni di My Country Brain o Cowboy Jim) giù giù fino ai Meat Puppets di Hugh’s Lullaby e ai Violent Femmes nascosti nello stomp della ghost track anche se gli accordi contratti e reiterati di Everybody Knows o Stepping Out flettono verso una versione meno metropolitana e più barbona degli Strokes. R ‘n r scompigliato e schietto, una mazzata sul cranio di quanti passano 365 giorni a frugare nelle pattumiere del rock finto-alternativo per trovare il proprio disco dell’anno e accontentarsi poi di quello che passa il governo.

 

                                                                                               Franco “Lys” Dimauro

download

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...