TONY BORLOTTI E I SUOI FLAUERS – Il mondo è strano (Teen Sound)

Divertente, dai.

Lo storico bitt italiano che torna a farsi vivo dopo il crollo della mitica triade Avvoltoi-Barbieri-Sciacalli che lo tenne in vita durante l’agonia che sembrava doverselo portare via definitivamente. Fin dalla scelta di dipingere in inglese maccheronico la propria insegna è chiaro dunque l’invito porto da Tony: buttarsi a capofitto tra gli scaffali di memorabilia beat che stipano gli scaffali del negozio dei suoi Flauers.

L’approccio del gruppo salernitano è autenticamente retrò, scevro da certe concessioni verso il garage punk americano che infettarono le ultime produzioni del neobeat e lontano, negli intenti ma pure nella sostanza, dalle tentazioni di sperimentare forme pop più evolute e pesantemente barocche. Anche la rendition di Era un beatnik delle Testedure, uno dei brani più violenti di tutta la stagione bitt, piuttosto che fare leva come nell’originale sulla sporcizia di una chitarra maltrattata, si affida al saltellante groove del Farfisa di Gabriele.

I Flauers sono insomma un autentico complesso da festa (a proposito, non fate mancare la Bossa for Tony nella vostra, potrebbe contribuire ad aumentare considerevolmente la vostra collezione di upskirts, NdLYS), pronto a farvi saltellare come giullari sui vostri tacchi cubani.

I matusa rimangano fuori ad agonizzare nei loro doppiopetto, grazie.

Franco “Lys” Dimauro

180008_498418280123_2337348_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...