BRIAN ENO – The Man Who Fell to Earth (1971-1977) (MVD Visual)

Esce orfano del beneplacito di Eno e della sua partecipazione diretta al progetto questo documentario sui primi otto anni dell’incredibile parabola artistica del marziano piovuto sulla Terra nel lontano del 1971 e destinato a cambiare l’asse di rotazione della musica terrestre.

In realtà Eno non è l’unico latitante (anche se dentro ci sono degli estratti di intervista risalenti a qualche anno prima) del progetto. Nessuno dei “grossi nomi” con cui Brian ha condiviso quegli anni della sua carriera è stato in alcun modo trascinato nella realizzazione del DVD. Non c’è Bowie, non c’è Byrne, non c’è Fripp, non c’è Manzenera e neppure Bryan Ferry. Ovvero tutto quello che avrebbe reso appetibile The Man Who Fell to Earth pure a chi Eno lo ha sfiorato solo di striscio, senza manco saperlo. Come si incrocia qualcuno per strada mentre si guardano le vetrine del centro. Peccato, perché per il resto, dagli splendidi video d’epoca agli aneddoti sulle sue macchine prodigiose raccontati dagli altri nomi coinvolti (che vanno dal biografo ufficiale di Eno a Jon Hassell dal critico Robert Christgau a Lloyd Watson) siamo davanti a un ottimo lavoro di sartoria digitale, allo srotolarsi di una favola moderna di un eccentrico profeta dell’ arte pop.

Franco “Lys” Dimauro

250397_10150202440570124_44224_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...