DMZ/LYRES – Radio Demos/Live at The Cantone‘s 1982 (Munster)

Back to Mono(Man).

Nell’inferno bostoniano dei ‘70 Jeff Conolly suona punk con in testa Stooges, Pretty Things, Sonics, Kinks, Chocolate Watch Band, Troggs.

La sua band si chiama DMZ.

Non come DeliMitarized Zone ma come Down My Zipper: Tirami giù la cerniera.

Alla batteria per un po’ c’è pure David Robinson, naufrago dall’affondamento dei Modern Lovers. Sono loro il vero tassello che unisce la scena punk al garage rock dei sixties. Loro sono il “missing link”, in grado di mettere in scaletta Are You Gonna Be There? di fianco a Search & DestroyTeenage Head accanto a Glad All Over.

Come in queste crude registrazioni radio del ’76.

Ma l’anello si rompe presto, spezzato dalle mani di Flo & Eddie.

Jeff, Paul e Rick (ma in questa registrazione di una delle tante serate consumate sul palco del ristorante di Teddy Cantone pure Peter Greenberg, NdLYS) mettono su i Lyres, ideale proseguimento delle intuizioni dei DMZ come poteva esserlo in piena febbre garage perdendo i tratti pub-rock per avvicinarsi a una forma di beat più classico, pieno di armonizzazioni figlie dei Kinks, del Northwest-punk e del Dutch-beat. Accanto su cd, separate su vinile, due foto d’epoca senza filtri Photoshop.

      Franco “Lys” Dimauro

310618_10150268253865124_8153547_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...