THE FLAMING SIDEBURNS – Back to the Grave (Bad Afro)

0

Prima di tornare in superficie con quello che sarà il loro vero terzo disco, i Sideburns scendono nelle fosse a spalare alla ricerca di preziosa suppellettile.

Ad emergere sono soprattutto le origini garage della band, poi “tradite” in favore del suono stonesiano che li ha resi famosi: covers di minor-hits di Sonics (High Time con tanto di sax spaziale! NdLYS), Wailers, Renegades (via-Dickie Thompson), Troggs e Del-Vetts ci vengono sbattute in faccia in mezzo ad altre riletture più (Funk 49 – James Gang) o meno (Are You Ready – Grand Funk Railroad) improbabili e a qualche inedito di gran bella fattura che serve a testare il motore prima del prossimo assalto. Un disco “di scarti” coi controcoglioni. Che ridere a pensare a come le major investono male, altrove, i loro soldi.

Franco “Lys” Dimauro

 

 813rSqFpzBL._SL1050_.jpg