THE BEASTS OF BOURBON – Little Animals (Albert Music)

Il sole nero dei Beasts of Bourbon di nuovo tra noi. Dopo l’assalto live di Low Life, riecco le bestie dietro le sbarre di uno studio, dieci anni dopo la fuga dalla gabbia.

Il suono dei Beasts è oggi meno contorto e famelico rispetto ai capolavori Sour Mash e The Axemen‘s Jazz, forse il gruppo soffre un po’ la mancanza della chitarra di Kim Salmon, e ripiega così su un rock blues sempre arrapato e volgare, ma meno bavoso. Se vogliamo usare il bilancino diciamo che l’ago pende più sui lavori solisti di Spencer P. Jones (I‘m Gone, I Told You So, The Beast I Came to Be) che verso quelli di Tex Perkins, il cui peso si avverte invece sul timbro scuro della title track, riuscitissima folksong noir.

I Beasts of Bourbon più marci affiorano invece solo in parte: sul blues vischioso di Master and Slave ma soprattutto su Sleepwalker, un porno-stomp degno di These Are the Good Old Days. Comunque sia, un graditissimo ritorno. 

                                                                      

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro


beasts_of_bourbon-little_animals-front

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...