DIAMOND DOGS – Black River Road (Smilodon)

Real 70’s-flavored rock è quello di cui odora Black River Road degli svedesi Diamond Dogs: piani barrelhouse (Autopilot), fiati da anthems northern soul (Hand On Heart, Stand Up), bottlenecks scivolosi (Black River Road), ruvidi riffs Stonesiani (New Set of Wheels), boogie jumps poderosi (Lift It Up) e un paio di ballate alcoliche: Sulo e Bobba spingono per i corridoi dell’hard market lo stesso carrello a lungo trascinato dai Black Crowes prendendo un po’ dagli stessi scaffali: Humble Pie, Faces, Free, Allman Brothers, Stones, Band. E come i fratelli Robinson si fanno aiutare nella scelta da qualche bravo addetto al reparto (là era Chuck Leavell degli Allman, qui Randy Bachman dei Bachman Turner Overdrive). L’operazione deja-vu fa già parte del progetto iniziale per cui non stupitevi per il gioco di rimandi e citazioni, sarebbe sciocco pretendere chissà quali rivoluzioni da una musica che ha il vezzo di nutrirsi di siffatte prelibatezze. Bravi, e tanto ci basta.

           

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...