EATER – The Album (deluxe edition) (Anagram)    

0

Nella bolgia del punk inglese loro erano i più giovani di tutti: un attestato di legittimità ad entrare nel girone infernale della “nuova cosa”. Spettacoli irregolari per vizio congenito, con i bobbies impegnati a dare la caccia al quattordicenne Dee Generate per tirarlo fuori dalla batteria prima, dai locali subito dopo; covers “deformate” per aderire meglio al concetto (Eighteen di Alice Cooper non poteva che diventare Fifteen, NdLYS). Ragazzini sfacciati abbastanza da chiamare matusa i Sex Pistols. E vi risparmio il resto.

La ristampa per il trentennale del loro unico album ci regala un secondo CD altrettanto prezioso, con la raccolta integrale di tutti i loro 7” e qualche estratto live. Musicalmente del tutto ininfluenti, gli Eater restano una delle più fedeli istantanee del movimento punk vero: quello da due accordi, privo di ogni dottrina, ignorante, essenziale (spolpare fino alle ossa uno scheletro come Sweet Jane è puro cannibalismo punk, NdLYS), malsano e maleducato.

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

R-829638-1200268851

THE ALLEY CATS – 1979-1982 (Time Coast)    

0

Suonava curioso che mentre tutto, o quasi, veniva ristampato e dato alle masse, la musica degli Alley Cats rimanesse come ibernata. Fatto insolito al limite dell’osceno considerando che gli Alley Cats furono una delle più importanti bands della punk scene americana, quella di Los Angeles in particolare, ben documentata dai due volumi di Dangerhouse che li vedevano tra i protagonisti. Erano gli anni in cui andavi ad un concerto al Masque e ti innamoravi perdutamente di Exene Cervenka, Jennifer Miro, Patricia Morrison, Penelope Houston o, appunto, Dianne Chai stretta nelle sue culotte nero-perversione. È la stessa Time Coast che assembla finalmente questa raccolta con materiale dai loro due LP e quattro video che la voglia di riassaporare quei rantoli di disperato ma romantico nichilismo ci fa sembrare irrinunciabile malgrado sarebbe stato opportuno raccogliere per intero quanto lasciato dai gatti lungo il tragitto. Ad ogni modo, fatelo vostro.

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

alleycats