BACHMAN-TURNER OVERDRIVE – Not Fragile / Four Wheel Drive (Lemon)

Mi piacciono i gruppazzi di hard-rock cafone e tamarro.

Più sono bistrattati dalla critica “che conta” e più mi piacciono.

Roba tipo Grand Funk Railroad, Black Oak Arkansas, James Gang, Mountain, Bachman-Turner Overdrive.

Dovessi trovarmi ad affiancare con la mia auto quella di un giornalista colto qualsiasi, alzerei il volume a palla, per sfregio.

Volumi altissimi, chitarre brandite come le nerchie su cumbang.com, batterie pesanti come mandrie di bufali, testi sempliciotti e tanta energia, come dentro i dischi di Randy Bachman e compagni. 

Tutto in un liofilizzato di heavy-blues, southern rock e pacchianate assortite per addolcire la merenda e renderla vendibile nei motel dell’highway americana vicino al banco degli hamburger e alla vetrina delle muffin al cioccolato.

Robaccia grassa e unta d’olio in spregio alla vita sana.

Le cose migliori, quelle che assaltarono le classifiche in virtù di un rock lardoso ma digeribile, sono quelle che la BTO racchiuse su Not Fragile e Four Wheel Drive: muscolose banalità AOR come Roll On Down the Highway, You Ain‘t Seen Nothing Yet, Sledgehammer, Hey You, Four Wheel Drive, Don’t Let the Blues Get You Down puzzano di sudore e grasso-motore.

 

 

                                                                                    Franco “Lys” Dimauro

MI0003305740

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...