SAVAGES – Long Live You (Half a Cow) / AA. VV. – Standing in the Shadows (Corduroy) / AA. VV. – Born Out of Time (Raven)

Se di recente siete impazziti per i Gallery of Mites DOVETE immergervi nella sbornia Detroitiana di Long Live You dei Savages, band di Fagersta totalmente persa in un vortice di Stoogysound malato dove il wah wah ti scava le viscere come succedeva nelle fogne di Fun House. Devastanti. Edito da Corduroy, Standing in the Shadows è il plateale inchino al genio dei primi Stones, quelli nati fra i solchi di Muddy Waters e seppelliti pochi anni dopo ad Altamont. Quelli del R&B sputato misto a catarro sui vestitini dei Beatles e del caschetto biondo del folletto Brian. Ancora così grezzi e perfidamente naif da offrire giusto riparo alle brame da rockstar di migliaia di beats, anche 40 anni dopo. È col giusto rigore e rispetto che al loro repertorio si accostano Headcoatees, Tell-Tale Hearts, Others, Sailors, Breadmakers, Puritans, Shutdown 66, Sexareenos e le altre 13 bands coinvolte, per un risultato davvero più che dignitoso. IMPERDIBILE è la Born Out of Time sputata dalla Raven e che celebra l’età d’oro dell’Aussie-sound con 22 scatti che coprono il decennio 79-88. Dentro il pezzo dei New Christs che battezza il CD e che da solo vale l’acquisto di tre copie, ma anche Radio Birdman, Visitors, Hoodoo Gurus, Scientists, Hitmen, Beasts of Bourbon, Died Pretty e tante altre carogne della terra di OZ. Immancabile non solo sugli scaffali di Rob Darroch.

 

                                                                                Franco “Lys” Dimauro

 

download

R-3729405-1357116550-3839.jpeg

 

download (1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...