NERO – Lust Soul (autoproduzione)  

Un uomo nero, nero, nero

Un uomo nero siede sul mio letto.

Un uomo nero non mi fa dormire tutta la notte.

Un uomo nero muove un dito su un libro abominevole.

Quell’uomo è tornato, dopo aver sciolto il branco o forse dopo averlo divorato.

Nero Kane si avventura nella notte in apparente solitudine, continuando ad urinare per strade poco battute. Lust Soul è un disco che indugia su un suono gotico e metropolitano che, complice l’uso di una drum machine dal profilo sovrapponibile a quello di Doktor Avalanche, sembra proiettare sull’asfalto le ombre sinistre dei Sisters of Mercy e di altre band affini (Fields of the Nephilim, Mephisto Waltz, i nostri Weimar Gesang), genuflesse davanti alla sempiterna sagoma del pipistrello Iggy cui Nero sembra anche involontariamente pagare il suo eterno sacrificio di carne.

Lust Soul evita deliberatamente di assaltare la preda, scegliendo di muoversi minaccioso attorno ai suoi calcagni, annusandone i passi e ringhiando di stomaco, in un ammonimento ostile di agguato imminente, condannando la vittima ad  un’attesa spossante.

Perché non è mai la morte a fare paura, ma il suo presagio.

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

Untitled

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...