CHEAP TIME – Fantastic Explanations (and Similar Situations) (In the Red)

Qualcuno li ha notati di striscio, leggendone nella biografia di Jemina Pearl dei Be Your Own Pet. Altri non sanno manco di che stiamo parlando.

Ai primi consiglio l’uscita di 2 and ½ Times Around con dei demo che documentano proprio quel periodo. Agli altri, il secondo album di inediti in studio, ancora per la In the Red, peno di pura merda punk e di sbracatissimo fracasso garage, come nei dischi degli Action Swingers.

Le canzoni dei Cheap Time sono una sequenza di randellate di pochi secondi.

Come il rumore di mestoli e coperchi di latta che vengono giù dal vostro scolapiatti. 

Se vi siete imborghesiti ascoltando il rock per culatoni dei Drums lasciate perdere, che è partita persa in partenza. Qui è come affogare nel fango. Qui è come suonare in una festa per college, ma dentro i gabinetti. Qui è come prestare i dischi dei Cheap Trick alla vostra ragazza dei sogni, solo per portarvela a letto. Chi crede di avere ancora il coraggio di spendere dei soldi per una band totalmente out, si faccia avanti. E avrà quel che si merita.

 

                                                                                    Franco “Lys” Dimauro

500x500

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...