ALTERNATIVE TV – Vibing Up the Senile Man (Get Back)

Nelle intenzioni, ma ancor più nei contenuti, Vibing Up fu il disco che Mark Perry scelse come rottura dal movimento punk, reo secondo Perry di aver detronizzato i vecchi dinosauri rock per divenire esso stesso istituzione, gusto popolare, etichetta. Un movimento nato per sovvertire le regole altrui e che pure era rimasto ingabbiato nelle sue. Dopo aver suggerito di bruciare l’ultimo numero di Sniffin’ Glue, era dunque il momento di disperdere al vento le sue ceneri. Dopo la furia di The Image Has Cracked era giunto il momento della autoanalisi, del caos strutturale, della canzone informe e deforme. Niente chitarre, se non quelle fruscianti di Release the Native e The Good Missionary, piuttosto flauti, percussioni metalliche (guidate da Genesis P-Orridge), bassi ripetitivi, rumori concreti, voci recitanti. Canzoni che si muovono in un nulla cosmico (cosa è, se non una deriva definitiva, il vuoto di Serpentine Gallery? NdLYS), in una voragine straniante. Un disco bastardo per indole e ostentazione della propria indipendenza. Da tutti distante e da tutti odiato, va da se. Punk, cos’altro?

 

                                                                                                          Franco “Lys” Dimauro

 

MI0002454591

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...