ERIK SATIE – Vexations (LTM Recordings)

La location è la Watters Gallery di Sydney.

Sul palco, compostamente assiso ad un pianoforte a coda, siede un pianista di nome Peter Evens.

È il 22 Febbraio del 1970.

Peter è seduto al piano da sedici ore. Ha davanti a se cinque pentagrammi e ancora sei ore di concerto che prevedono l’identica, statica riproposizione della medesima sequenza modale. Fino allo sfinimento, fino alla paralisi fisica ed emotiva.

Ma Peter, sfiancato, dolorante, “vessato”, si alza dallo sgabello, porge un inchino per camuffare un piccolo massaggio alla schiena e lascia il teatro.

Pare avesse visto il diavolo. Forse evocato dai tritoni nascosti nella partitura.

Nel 1988 è il Professore Silvio Feliciani a riuscire nell’impresa, sul palco del Festival della Perdonanza de L’Aquila, guadagnandosi il Guinness dei Primati.

Ha in testa venti elettrodi e un catetere nascosto sotto il frac.  

Mimetizzati fra il pubblico, uno stuolo di neurologi e cardiologi si danno il turno, applaudendo senza entusiasmo, storditi, frastornati, “vessati”.  

Vexations è un mastodonte che si regge su 152 fragilissime ossa. E che ci costringe alla ritirata senza neppure simulare un attacco. Girando con una reiterata circospezione, ci costringe all’apoplessia.

Senza proclamarsi nemico, ci educa a fare di noi stessi i nostri peggiori nemici.  

Immiserendo la musica colta fino a renderla bidimensionale, Vexations ci espone ad un tour-de-force fisico e psicologico che ci rende vulnerabili.

Spogliando il pentagramma, Satie spoglia noi medesimi.

Poi ci lascia andare nella pioggia, tenendo sotto chiave la sua collezione di ombrelli asciutti come la sua musica. Obbligati a rinunciare al proprio lavoro. Vessati.

 

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

MI0001123690

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...