THE EASYBEATS – Vigil (Albert Productions)  

Perfetta.

Così perfetta che pare un Paul McCartney eccitatissimo abbia chiamato alla BBC dopo averla sentita la prima volta per pregare la trasmettessero ancora una volta.

Si intitola Good Times e gli Easybeats l’avevano registrata assieme a Steve Marriott, Nick Hopkins e Glyn Johns a Londra nell’estate del 1967 come traccia-guida per un album dallo stesso titolo che non verrà pubblicato in nessuna delle due patrie della formazione di Sydney. Una pop-song immodificabile. Tanto che, nonostante si siano cimentati in tanti e per decenni nella sua reinterpretazione, le “variazioni” sul tema sono soltanto piccole accentuazioni di colore che non stravolgono quello che è, nella musica di consumo, un cerchio perfetto.

Sbloccate le beghe contrattuali con la Albert Publishing, gli Easybeats sfrutteranno quella canzone l’anno successivo, come apertura di Vigil, il disco che ha il compito di vestire i panni del sabato dopo il successo di Good Friday e Friday on My Mind.

Un album che non ha la perfezione di quei tre minuti e ventitre secondi iniziali e che in chiusura si trascina un po’ troppo nella ricerca di una formula efficace per un romanticismo che volge al lezioso ma che è purnondimeno uno dei pop album più belli della storia della musica australiana, carico di quell’ottimismo forse un po’ troppo ingenuo ma contagioso che è proprio del beat migliore e capace di fare le boccacce alle comuni hippie (We All Live Happily Together) con un’impertinenza che il viso da ragazzino birbaccione di Stevie Wright rende ancora più simpatica.  

Avrei voluto comprarlo allora, Vigil. Sentire fra i primi al mondo la vibrazione trasmessa da Good Times, da See Saw, da Bring a Little Lovin’. Portarlo in giro a farlo sentire agli amici, credendo di essere il profeta della buona novella beat mentre il resto del mondo non aveva ancora potuto goderne.

Distribuirne il sorriso e non il ricordo.

Grazie Easybeats, per questo “facile beat”.

 

                                                                                   Franco “Lys” Dimauro

6a00d414298a4e3c7f0137a4c76485860c

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...