TOM WAITS – Swordfishtrombones (Island)  

Il più felliniano fra i dischi di Tom Waits.

Musica da rigattieri, da straccivendoli, da spazzacamini, da lattonieri, da svuotacantine, da mendicanti, da buskers.

Sono gli eretici che cantano il fallimento del sogno americano, vomitando il loro blues in testa ad una fanfara di strumenti d’accatto.

Tom Waits diventa l’anti-Sinatra, il crooner alcolizzato che canta la felicità rattrappita dei camerini invece di esibire la gioia posticcia livellata dal cerone, il mefisto che vive tra le ombre e salta fuori dai cassonetti dei rifiuti quando l’ultima questua è stata elemosinata e la poca birra che rimane viene allungata con tutto il piscio che si è riusciti a trattenere, lo Scat Cat che scivola furtivo a raccogliere tutto quello che i Signori dei quartieri perbene hanno lasciato scivolare dalle loro tasche troppo piene.

Poi scava un solco e lo nasconde.

Prima che arrivino le cornacchie e le gazze a farne razzia.

E prima che la pioggia trasformi tutto in ruggine.   

  

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

swordfishtrombones

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...