NICK DRAKE – Pink Moon (Island)  

Il posto è la notte.

Una notte placidissima rischiarata da una luna rosa.

Nick Drake è completamente solo. Con le dita ad uncino che pizzicano le corde della sua chitarra. Dopo le timide compagnie dei primi dischi, Nick aveva scelto la solitudine come unica compagna. Il volto era così scavato dalla malinconia che la Island si sarebbe rifiutata di pubblicarlo sulla copertina.

Qualsiasi cosa sarebbe stata più facile da vendere. La malinconia no.

Era poco gestibile su quegli scaffali che avevano appena ospitato vagonate di dischi natalizi e raccolte di canzoni d’amore per il giorno di San Valentino del 1972 che si era spento come tutti gli altri San Valentino di ogni anno, coprendo la cenere con le paillettes.

Una luna rosa risplendeva su tutto. Una luna della quale avrebbero fatto scempio i pubblicitari sostituendola con il logo di una industria di automobili, dimostrando che invece la malinconia era spendibile, se adeguatamente firmata. Così la luna fu venduta. E molti scoprirono che su quella luna Drake c’era già salito da venticinque anni.

Ma allora, in quel lontano 1972, le dita di Drake spiccano il volo verso la luna tutte da sole, facendo un rumore identico al battere d’ali ovattato della civetta. Non hanno altre dita da stringere, come invece succede troppo facilmente nelle tenerezze studiate ad arte della pubblicità.

Lui, con quel cognome così carico di aspettative eroiche che promettono fiamme e voli maestosi, coperto a malapena dalla cassa di una chitarra acustica con cui cerca di farsi scudo dalle piogge che cadono o che potrebbero cadere, come quando le cataratte del cuore cedono al peso di quella tristezza capace di trasformare in nostalgia anche i giorni che devono arrivare e non solo quelli già andati spenti dal sagrestano prodigo ed ubbidiente della nostra anima, dentro le navate di una chiesa deserta come la parrocchia di Padre MacKenzie, costretto a vedere esplodere le sue bolle di sapone, nei riflessi dolcissimi di un satellite rosa.

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

298c3d666a0eee99a16f18a78b611404-1000x1000x1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...