MESSER CHUPS – Taste the Blood of Guitaracula (MuSick)  

0

Fanno dischi, dischi belli, da venti anni. Vengono dalla Russia, ma è solo un dettaglio. Per quanto ne so potrebbero venire dalle Hawaii o da Marte. O, perché no, dall’Italia, che di band simili ne ha sfornate da anni a decine e di bravissime.  

Con un piede sulla tavola da surf e un altro sulla rampa di un missile spaziale, i Messer Chups ci deliziano ancora una volta con una serie di numeri in cui il riverbero e il tremolo della “guitaracula” la fa da padrona.

Mille i richiami a strumentali anni Cinquanta e Sessanta. Mille riflussi di una conoscenza ancestrale alimentata dai ricordi rimossi di qualche telefilm, qualche cartone, qualche musica da film, qualche disco di papà che ora risalgono la china della nostra memoria, stimolate da una melodia, da un riff, da un accordo twangy, da una intera sequenza anche se ben camuffata, come quella spettacolare della storica Popcorn degli Hot Butter.

La ricerca e la cura del dettaglio sono quasi maniacali, come è buona norma in dischi del genere. Mettetevi comodi, indossate i vostri occhiali 3D e le vostre cuffie stereoscopiche e preparatevi ad un viaggio fantastico.

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

Annunci