WILD EVEL AND THE TRASHBONES – Tales from the Cave (Wohnzimmer)  

0

Dietro l’etichetta di Neanderthal Punk che campeggia sul loro album di debutto si nasconde la migliore garage band austriaca dei nostri giorni, erede naturale di quegli Staggers da cui proviene Wild Evel, adesso attorniato da una band di giovanissimi degenerati che si fanno chiamare Trashbones.

Tales from the Cave è garage-punk sfrontato, come lo immaginereste suonato da un gruppo prossimo alla seminfermità mentale. Urla primordiali, armonica che sfrega come la testa di un cerino su una striscia di carta vetrata, basilari accordi di organo e chitarre sbrindellate. Un autentico campo di mine antiuomo dentro il quale non è possibile camminare senza saltare in aria.

Wild Evel and The Trashbones sono qui per rinnovare la tradizione perversa di band come Stomachmouths, Primates, Gruesomes, Mighty Caesars, Cannibals. Quella delle clave e delle pellicce cucite con gli aghi di silicio. Niente alta sartoria qui dentro, per quella rivolgetevi ai franchising delle multinazionali.        

                                                                                              Franco “Lys” Dimauro

Annunci