THE ELECTRIC MESS – The Beast Is You (Soundflat)  

Il loro precedente disco non mi aveva convinto. Mi sembrava come se la sferzata di energia che la band di New York aveva imposto al suo garage-rock fosse alla fine stata dissipata senza concretezza. Questo quarto album, introdotto dalla bella copertina opera di Andrea Sicco dei Twin Guns, è invece nettamente più a fuoco, convogliando l’aggressività dentro canzoni più convinte e consapevoli. Prendete per esempio canzoni come Disconnected, We’re Gonna Crash, Plastic Jack, You Can’t Hide o Snow Queen: roba dove collidono power-pop, glam-rock, garage-punk e street rock ‘n roll. Le forme più psichedeliche degli esordi sono ormai state totalmente tagliate fuori dall’economia del gruppo, i toni e le pose sono di gran lunga più “stradaiole” e sguaiate, le canzoni farcite di assolo urticanti e sufficientemente articolate e personali per distinguersi dalla media di produzioni similari.

Abbassate la cappotta dell’auto, mentre lo ascoltate.

Farete la vostra bella figura.

Al limite, segàtela.         

 

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...