THE CAVEMANISH BOYS – Get a Load of… (Munster)  

0

Sebbene il ritorno in pista del “miracoloso” Gerry Mohr sollevi facili entusiasmi, è bene dire subito che i Cavemanish Boys non sono i Miracle Workers e che questo Get a Load of… che ci riconsegna il suo bel ruggito è un album garage un po’ raffazzonato, con una scaletta che prevede “a la carte” quindici pezzi con una durata indicata in copertina che nei fatti non corrisponde in alcun caso a quella reale, a volte equivalente a quella di un rigurgito di catarro con pezzi rabberciati male e sfumati peggio. E vi basteranno i primi tre brani per rendervene conto.

Non che me ne fregherebbe più di tanto, anche se non ne comprendo il motivo, se il livello medio delle canzoni fosse un po’ più alto di quel che in realtà è, perché a parte due/tre episodi il livello non è molto più alto della media. Quel che fa la differenza (quando non viene sostituito da Ronny Christopher come sulla Sunday Street che sembra un pezzo degli Smash Mouth o quando non viene abbattuta a colpi di effettistica psichedelica come su Wide Open Lie) è la bellissima voce di Gerry Mohr, a tratti capace di evocare quella dei Wokers dell’’84. Ma per il resto Get a Load of… è un disco che non macchia la pelle come forse avrebbe la presunzione di fare.  

 

                                                                                               Franco “Lys” Dimauro

 

MI0002275478

Annunci