ANUSEYE – 3:33 333 (VE Recordings)  

0

333 copie in vinile colorato per il 33 giri numero 3 degli Anuseye: è così che il “sole rosso” torna ad albeggiare sulle Puglie.

Una corona cremisi che si fa largo fra le nuvole grigie di Sycamore Red, che sembrano le mammatus clouds che stazionavano su Seattle, come enormi mammelle di latte avvelenato.

Dunque albeggia, ma piove e tira vento: la tempesta di fango di Meet the Mudman ci coglie in pieno. E avanza implacabile e densa.

La musica degli Anuseye si conferma impetuosa e priva di crepe. Una bava gelatinosa come la schiuma che soffoca le blatte. Che loro lo chiamino “sciroppo” poco importa: è un’ingannevole menzogna. Un po’ come la blindatura di Armored lasciata appositamente disattivata per abbindolarci, per farci cadere nella trappola vintage di Dominant Eye e, con le palpebre divaricate come quelle del drugo Alex, costringerci a seguire la lezione sugli effetti dell’LSD seduti sul tappeto volante di Vacuum Time Unit. Fino a che non sentiamo l’impulso di buttarci giù, ora che il sole sembra salutarci, tramortito dal suo stesso colore.

Don’t try this at home, folks.

                                                                                 Franco “Lys” Dimauro

Annunci