AA. VV. – Home Grown Rockabilly (Alligator)  

Con buona approssimazione potrei dichiarare che Home Grown Rockabilly, primo e quasi unico vagito (gli altri, minuscoli, sarebbero stati comunque aggiunti alla versione su cd dell’album, pubblicata una decina di anni dopo dalla Nervous, NdLYS) della Alligator Records sia il primo documento della scena rockabilly britannica (gli esordi di Stray Cats e Mɘtɘors usciranno entrambi l’anno successivo). Negli anni, nonostante verrà sorpassato dal più estremo fenomeno psychobilly, non perderà un’oncia della sua carica.

Crazy Love, pezzo che apre il disco e che dà il via a tutta la carriera dei beniamini Mɘtɘors è ancora di una forza disarmante, con quel basso che sembra sculacciarti mentre corri per casa. Quell’energia primordiale, non sarà più replicata dalla band di Mr. Fenech.

Il suono di Johnny Key è invece debitore del più classico suono hillbillly. Alle sue spalle suonano Terry Ears, Niggsy Owens e Pete Pritchard che sono detentori dell’etichetta e dell’unica band che ci lavora dentro (i Flying Saucers, ribattezzati per l’occasione Kool Kats). Sempre loro suonano (e cantano, armonizzando a meraviglia) nei due pezzi di Gentleman Jim.

I Rhythm Cats (la band del futuro Polecat Neil Rooney) regalano invece due perle ispirate al suono swing delle grandi orchestre di Louis Jordan, Count Basie e Louis Prima.

A riportare il suono al classico tiro balbuziente del rockabilly ci pensano i Polecats con una Rockin’ All Nite registrata nel primo anno di vita della band di Boz Boorer (molti, molti anni dopo chitarrista di fiducia di Morrissey), destinati assieme ai Mɘtɘors ad un futuro radioso nel cielo del revival rock ‘n roll del decennio appena inaugurato.  

Se volete farvi un’idea di come i gatti inglesi vennero fuori dalle montagne di mondezza disseminata ai bordi delle strade di Londra, eccovi serviti.   

                                                                                  Franco “Lys” Dimauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...