DEMOLITION DOLL RODS – Tasty (In the Red)  

0

Nel 1997 Jon Spencer e Mick Collins, i due teoreti del garage/blues anni Novanta, si mettono al servizio dei Demolition Doll Rods, addentando metà per uno l’hot-dog preparato da Dan Kroha, che vuole offrire al mondo il suo spettacolo di pelle nuda e rock ‘n’ roll cercando di coniugare il mondo delle drag-queen e delle pin-up con quelli dei Cramps e dei Gories, la band condivisa con Collins fino a pochi anni prima.

Il suono del suo nuovo gruppo è ossuto quanto lui. Nudo più di lui.

Quelle di Tasty sono canzoni pochissimo vestite.

Dodici canzoni che deragliano lungo la linea ferrata che dal blues porta al garage-rock e poi di nuovo da quello a ritroso verso il blues. Dan Kroha, Margaret Doll Rod e Christine scendono dai vagoni coi loro fisici da deportati, e mostrano i loro tagli da ferri arrugginiti, i lividi sulle loro ossa di filigrana e il loro trucco da prostitute, come se fossero stati portati lì per il diletto perverso degli obergruppenführer.

E invece fanno divertire anche noi.

 

                                                                                   Franco “Lys” Dimauro